Rome,
25
Ottobre
2021
|
10:06
Europe/Amsterdam

Booking.com celebra la Giornata Mondiale della Pasta sulle tracce dei primi piatti più famosi di Roma

In occasione del “World Pasta Day”, che si celebrerà il 25 ottobre 2021, Booking.com ha pensato di esplorare alcuni dei più grandi primi piatti della cucina italiana. Per l’Italia e gli italiani, la pasta è una faccenda che va presa molto sul serio, e ogni regione rivendica il primato dei propri piatti locali.

Con la missione di rendere più facile per tutti tornare a viaggiare per il mondo, man mano che sta diventando sempre più sicuro farlo di nuovo, Booking.com e la famosa blogger e instagrammer di Roma Testaccina, hanno compilato una mini-guida su dove mangiare i primi piatti più famosi della tradizione romana nella Città Eterna, insieme a qualche consiglio su dove dormire nelle vicinanze.

La scena gastronomica di Roma si distingue per quattro piatti di pasta principali, considerati i pilastri della cucina romana. Si tratta di un’unione di condimenti semplici, realizzati con ingredienti casalinghi ed economici, abbinati a diverse tipologie di pasta, cotta rigorosamente “al dente”.

I quattro primi piatti romani

La Carbonara è uno dei piatti più famosi d'Italia, ma la sua ricetta spesso viene preparata in modo errato agli occhi degli italiani, soprattutto all’estero. Alcuni chef stranieri aggiungono verdure e a volte addirittura la panna, ma la preparazione di una vera carbonara richiede solo quattro ingredienti: guanciale, pecorino romano, uovo e pepe nero.

La pasta Cacio e Pepe è tra le ricette più antiche della tradizione romana e risale all’epoca dei pastori ambulanti del centro Italia. È una pasta semplicissima a base di pepe nero e un mix di pecorino e parmigiano grattugiato. I puristi utilizzano solo il pecorino, ma spesso viene aggiunto il parmigiano per attenuarne il sapore forte.

Anche la Gricia, che nella sua preparazione si avvicina alla Cacio e Pepe, è un'antica ricetta che proviene dalle campagne del centro Italia, e prevede l’aggiunta del guanciale a pepe e pecorino.

La pasta all'Amatriciana prende il nome dalla sua città d’origine, Amatrice, e si prepara con una salsa di pomodori pelati, guanciale, pecorino e un pizzico di peperoncino.

Ecco, quindi, i migliori ristoranti a Roma dove mangiare questi piatti della tradizione, secondo i consigli della blogger e instagrammer Testaccina, insieme a qualche suggerimento su dove dormire nei dintorni su Booking.com.

Armando Al Pantheon

Mangiare la pasta da Armando Al Pantheon, storico ristorante nel centro di Roma è un'esperienza davvero autentica. Nonostante i turisti facciano la fila davanti al suo ingresso, questo è un ristorante molto frequentato dai romani. Gestito dalla famiglia Gargioli dal 1961, da Armando ordinate rigatoni all'Amatriciana o una gustosa Cacio e Pepe - il ristorante fa anche una Carbonara e una Gricia fantastiche, per rendere la scelta ancora più difficile!

Dove dormire: a soli 50 metri dalla suggestiva Piazza della Rotonda si trova La Residenza del Sole, un bed&breakfast immerso nel cuore del centro storico di Roma. Le camere sono caratterizzate da un design raffinato ed elegante e al mattino gli ospiti potranno godere di una colazione al buffet con prodotti dolci e salati. Con una bella passeggiata a piedi da qui si possono raggiungere i luoghi più incantevoli della città come Piazza Navona o Piazza Venezia.

Checchino Dal 1887

Si tratta di uno dei ristoranti più antichi di Roma e deve la sua storia - passata tra le mani di ben sei generazioni di romani - alla sua posizione privilegiata di fronte all'ex mattatoio di Roma. Proprio nel cuore di Testaccio, l’ex mattatoio è dove anticamente veniva macellata e distribuita la carne. La storia narra che gli operai romani del mattatoio erano spesso pagati in “frattaglie”, che venivano poi cucinate a casa dalle mogli, mentre i ristoranti dei dintorni offrivano loro operai con cibi gustosi a prezzi convenienti. Oggi da Checchino si possono gustare tutti i classici primi piatti della cucina romana, ma anche la tipica coda alla vaccinara. Forse il segreto meglio custodito del ristorante è il suo speakeasy al piano superiore, che serve cocktail premium. Cheers!

Dove dormire: Seven Suites è un’elegante struttura situata all’interno di uno storico palazzo del Rione Testaccio. A soli 400 metri si trova il famoso mercato di Porta Potese, dove trovare oggetti e vestiti vintage e mobili antichi di ogni tipo.

Roscioli Salumeria con Cucina

Roscioli Salumeria con Cucina è un posto unico che offre diverse opzioni: puoi fare un salto qui per scegliere tra una vasta gamma di prodotti tradizionali e di qualità dalla sua gastronomia oppure acquistare un ottimo vino locale. Se desideri assaggiare uno dei piatti di pasta tipici della tradizione locale, da Roscioli non rimarrai deluso. Anche se i prezzi sono leggermente più alti rispetto ad altri ristoranti, ne vale davvero la pena.

Dove dormire: situato in una posizione centrale, a 150 metri da Piazza Navona e a 2 minuti a piedi da Campo de' Fiori, l’Hotel Damaso è ospitato in un edificio storico del 19° secolo e offre una terrazza panoramica e un elegante un lounge bar. È particolarmente apprezzato dagli ospiti di Booking.com per la posizione.

Da Enzo al 29

Nel cuore di Trastevere, Da Enzo al 29 è uno dei luoghi di ritrovo più polari del quartiere, sia di giorno che di notte - e c’è una buona ragione. Oltre a trovarsi in una delle strade più “instagrammabili” di Roma, Da Enzo al 29 è un'osteria molto amata sia per il suo cibo delizioso che per i prezzi modici. Questo ristorante a conduzione familiare serve i classici piatti di pasta della cucina romana, ma sono da provare anche i suoi deliziosi antipasti, tra cui un'insalata di verdure crude e la panzanella, oltre alle specialità di stagione. Per dessert, un must è il suo tiramisù con pezzi di cioccolato o la zuppa inglese di fragole.

Dove dormire: tra tutti gli hotel e i bed & breakfast di Roma Trastevere, Villa della Fonte è un piccolo boutique hotel che gode di una posizione di incantevole charme nonché privilegiata. Vanta una favolosa terrazza con vista mozzafiato. Situato nel cuore di Trastevere, è a soli due minuti a piedi da tram e bus per poter raggiungere tutti i luoghi della città

Ciao Checca

Questo accogliente ristorante nel cuore di Roma è vicino alle zone più frequentate della città, ma abbastanza fuori dai sentieri battuti per essere tra i preferiti della gente del posto. Composto da una serie di sale arredate e apparecchiate in maniera informale, Ciao Checca si è lentamente cresciuto in questo angolo di Roma negli ultimi otto anni. La sua filosofia Slow Food e la sua cucina genuina hanno attirato negli anni una serie di clienti affezionati, attratti dai suoi ingredienti stagionali e biologici. Il ristorante prende il nome da un piatto della tradizione romana, che in realtà tra i quattro più famosi ma è altrettanto storico. La Pasta alla Checca è infatti la quintessenza del sapore: unisce pomodori a grappolo freschi, mozzarella di bufala Dop, sale, olio e basilico. Da Ciao Checca non perdetevi la crema di cicerchia e cicoria, i polletti fritti o la vellutata calda di lenticchie. Scommetto che non riuscirete ad andarvene da qui senza aver provato una fetta della sua torta di carote!

Dove Dormire: il Campo Marzio Charming B&B è situato nel centro della città eterna. Ha una posizione strategica per visitare la città a piedi e godere di una splendida vacanza senza stress, tra storia, musei cultura e shopping.